LUNGOMETRAGGIO TOEI

Aggiornamento Dicembre 2012

Purtroppo le fonti ufficiali tacciono a proposito del tanto atteso (a questo punto sarebbe meglio dire utopico) lungometraggio. Ringrazio Monica M. che, scrivendomi, mi ha giustamente puntualizzato alcune cose che avevo affrontato in questa pagina a proposito del video del pachinko, erroneamente da me considerati (come immagino, anche da molti) come una sorta di video promozionale del lungometraggio stesso.

Ed ecco in dettaglio.
Innanzi tutto, l'unico video messo a disposizione dalla Toei, a proposito del lungometraggio, č il famoso trailer del 2007 che č possibile guardare su YouTube.

Gli altri video sono stati realizzati esclusivamente per le macchinette del pachinko e nulla hanno a che vedere con il remake, su cui, come accennavo prima, le fonti ufficiali non annunciano delle novitą in merito ma nemmeno smentiscono la possibilitą che, prima a poi, venga realizzato.

Considerando il trailer e i video del pachinko, viene spontaneo associare le due cose (visto che la grafica , pare che ognuno sia indipendente dall'altro.

Riporto le parole della stessa Monica M.:
«
[...] sono estratti delle animazioni che appaiono usando il gioco, e si trovano nei DVD promozionali che vengono dati come gadget alle presentazioni di ogni nuova versione della slot. In realtą, nel pachinko vero e proprio appaiono spezzettati e si avviano in modalitą random a seconda dei punti che si realizzano durante il gioco, mentre nel DVD sono riassunti secondo una minima logica e montati con audio e tutto.
L'audio č una cosa a se stante, creato apposta per la pachislot, e nulla ha a che vedere, almeno ufficialmente, con il lungometraggio. [...] Il pachinko č solo una sorta di banco di prova per testare il gradimento delle immagini e delle animazioni con la veste grafica simile a quella del manga, ma alla fine si riduce ad animazioni create col semplice avvicinamento di immagini fisse, salvo poche eccezioni, e queste sono tratte dal manga.»

C'č da sperare che nel prossimo futuro  la Toei, o qualunque altra casa di produzione animata, prenda in considerazione l'idea di continuare questo progetto, tenendo presente che la sola notizia di una produzione del genere - ossia il remake stesso - ha suscitato un notevole entusiasmo da parte degli appassionati che, al di lą dell'opinione  personale sullo stile del disegno e della grafica in 3D, ha gradito l'idea che, dopo 40 anni dall'uscita del manga, si volesse investire ancora su "La Rosa di Versailles".